Telefono: +39 335 6376321
E-mail: info@residencecampoverde.it

Benvenuti a Fasano: Scopriamo l’Alto Salento

Fasano
Redazione Salento Dal Salento 28 Luglio 2016

Fasano, cittadina pugliese della provincia di Brindisi, è collocata nella falda delle Murge, a poca distanza dal mare. Questa cittadina in origine era un borgo abitato quasi esclusivamente dai monaci Benedettini di Santo Stefano.

Fasano deve il suo sviluppo ai Cavalieri di Malta, che dopo il loro insediamento, dettero un grande impulso alla città, costruendo sia il Palazzo, che porta il loro nome, che la Chiesa Madre. Insieme al Palazzo, in Piazza Ciala, si trova anche l’Università, che risale al XVI secolo.

Ai giorni nostri, l’economia di Fasano si basa sul turismo, principalmente quello balneare, grazie al suo mare che più volte ha ricevuto il riconoscimento delle “4 Vele” da parte di Legambiente, oltre ad essere insignito della Bandiera Blu, simbolo che contraddistingue le località balneari migliori in Italia.

Una vacanza a Fasano e nei suoi dintorni

Una vacanza a Fasano, oltre ad offrire al turista la possibilità di godere della fantastica costa, permette anche la visita di monumenti principali della cittadina e di altri luoghi di attrazione, come lo Zoosafari “Fasanolandia” o la Selva di Fasano, che permettono di concedersi delle giornate all’insegna del divertimento.

Naturalmente, a Fasano, come in tutte le altre località pugliesi, non si può perdere l’occasione di gustare la cucina del luogo, che presenta tra i piatti tipici alcune delizie, come le “cartellate” e le “pettole”. Il territorio intorno a Fasano, inoltre, è caratterizzato dalla presenza di straordinarie “masserie“: tipiche abitazioni di campagna, alcune delle quali oggi sono trasformate in meravigliosi agriturismi o in incantevoli strutture ricettive.

Inoltre, il paesaggio si compone di vigneti, oliveti e frutteti che arricchiscono il panorama con i loro colori e le loro forme e che si possono ammirare percorrendo gli attigui sentieri durante delle escursioni.

In una delle masserie della zona, e precisamente quella di S. Angelo de’ Graecis, è sorto il Museo dell’olio d’oliva, nel quale si può, attraverso un percorso, seguire la storia di quello che viene definito “l’oro della Puglia”.

La Chiesa di San Giovanni Battista

Situata nel centro storico di Fasano, vicino a Piazza Ciala, si trova la Chiesa di San Giovanni Battista. Sul luogo dove sorge, fino al 1300 circa, si trovava un tempietto antico che venne demolito proprio in virtù della costruzione di questo luogo di culto in onore del Santo patrono.

Nei secoli successivi, la chiesa è stata oggetto di molte modifiche e rifacimenti ed è stato anche aggiunto un campanile, realizzato secondo lo stile barocco, tipico dei luoghi. La facciata esterna, invece, è in stile tardo rinascimentale ed è arricchita da un rosone con il timpano, entro cui si trova proprio la statua di San Giovanni Battista. Molto bello anche l’interno, nel quale sono conservati degli affreschi e dei dipinti su tela risalenti all’ottocento, tutte opere di autori locali. Uno di questi affreschi si trova sopra il presbiterio, chiamato “Il Cappellone”, in cui potrete ammirare le canne dell’organo.

Per i fasanesi riveste un grande significato anche l’altare ligneo: la leggenda narra che, durante l’invasione dei turchi che ha mietuto molteplici vittime lungo tutto il territorio salentino, gli abitanti di Fasano rivolgevano accorate preghiere alla Maria Vergine, presso questo altare, per invocarne la protezione.

Lo Zoosafari: Fasanolandia

Lo Zoosafari di Fasano, che è stato aperto nel 1973, è il più grande parco faunistico del nostro Paese ed è uno dei più grandi del Vecchio Continente, grazie ai suoi 140 ettari di sviluppo. Gli animali (sono presenti circa 1700 esemplari) vivono al suo interno in un regime di “semilibertà” e possono essere ammirati tranquillamente dai visitatori, percorrendo il “Circuito Safari”. All’interno dello Zoosafari si trovano antilopi, elefanti, tigri, leoni, zebre e altre specie.

Il visitatore possono anche vivere un’esperienza particolare, osservando gli animali dall’alto con il Metrozoo, il trenino panoramico che permette anche di godere della vista del “Lago dei grandi mammiferi”, con la presenza di ippopotami e rinoceronti.

Altre aree assolutamente da non perdere sono quella dei “Primati”, la Sala Tropicale e la Mostra ornitologica. Chi visita lo zoosafari può anche usufruire di due percorsi didattici: il “Percorso Botanico” e “Puglia in miniatura”.